03 ottobre 2009

Secondo foglietto

L’IDEA DEL foglietto per l'orazione sembra essere piaciuta. Quando ho detto che non avrei avuto le forze per farne uno anche questa settimana ho prontamente ricevuto la collaborazione di Daniele, e di vari altri che si sono offerti.
Ecco qui allora il secondo foglietto. I commenti sono di Daniele (grazie!), il format, il titolo e le introduzioni sono colpa mia.

5 commenti:

Allegra ha detto...

Grazie...ne farò tesoro...

Allegra ha detto...

Dimenticavo...dove posso contattarla? Avrei da chiederle alcune cose! Buona giornata!

1sorriso ha detto...

Questo commento non c'entra con il post, ma volevo fare anche a lei questa domanda a cui sto cercando una risposta.
Cosa direbbe a una ragazzina (o un ragazzino) di 13-14 anni che le chiedesse: "Quando è nato Dio? Da dove viene?"; sapendo che non si accontenterebbe di sentirsi dire che esiste da sempre o di un discorso filosofico sulle categorie di Dio e il tempo di Dio (annuirebbe, ma senza sentire di aver avuto la risposta che cerca).
1sorriso!

Don Mario ha detto...

@1sorriso
Prima di tutto scusami: non ho osato rispondere subito e mi stavo dimenticando della tua domanda.

Penso che un conto sia rendere le cose accessibili ai piccoli (e a 13-14 anni non sono tanto piccoli), altra cosa falsificarle. Per questo non vedo altra possibilità che dire le cose come stanno: Dio esiste da sempre.
Poi è diverso mettersi in discorsi filosofici, come che vuol dire "da sempre" se il tempo fa parte del creato, o restare su un piano di semplicità, ma penso che "Dio esiste da sempre" sia un concetto che possono capire anche ragazzi ben più piccoli di quelli che dici tu.
Poi sul "quando è nato" si può divagare riflettendo sul fatto che Dio, che esiste da sempre, ha voluto nascere come uomo (in un giorno e un luogo bene determinati, con la possibilità di festeggiare un compleanno). E così Dio ha una mamma...

1sorriso ha detto...

Sono della stessa idea e quindi ripropongo la domanda, perché nel caso in questione non si tratta di falsificare: si tratta di rendere accessibile a una ragazzina il concetto "esiste da sempre". Io credo che questa alunna lo capisca, ma abbia bisogno in qualche modo di farlo suo; dal suo sguardo ti accorgi che manca qualcosa... comprende e annuisce... ma manca qualcosa.
Purtroppo non so come spiegarle e probabilmente non si capisce quello che voglio dire (forse questa domanda nasconde anche qualcosa di più profondo), ma io sono convinta che questa domanda abbia una risposta anche per questa ragazzina: una risposta diversa da "Dio esiste da sempre", ma che comunque dice "Dio esiste da sempre".
Magari un racconto, un'immagine, qualunque cosa... io continuerò a cercarla...
Grazie.